I Progetti di cooperazione

Sostenere la cultura dello sviluppo condiviso

L’obiettivo comune ai tre progetti è quello di creare sviluppo integrato del territorio, possibile solo se si riesce a far volgere lo sguardo degli attori in gioco verso il fine ultimo collettivo, cercando di trovare una domanda e quindi dei risultati, che offrano un miglioramento a livello esteso e nell'interesse di tutti.


Nell’ambito della cooperazione e con il supporto della metodologia CNR-IRCRES, gli obiettivi dei 3 progetti, correlati tra loro, sono stati per questo rielaborati in forma di processi di sviluppo che connettono le varie attività.


Un processo di sviluppo propone valore aggiunto a tutte le parti attive sul territorio, con ricadute reali e durature e viene co-creato dagli attori locali. Implica il coinvolgimento di tutte le parti attive sul territorio e la creazione di competenze adatte a sostenere la cultura del cambiamento condiviso, competenze che si potranno configurare come nuovo "capitale sociale" dei territori stessi.


Affinché lo sviluppo sia partecipato, e quindi sostenibile, si deve utilizzare un approccio esplorativo e sperimentale. Per questo ogni processo prevede:


a)      un responsabile, con il ruolo di generare il processo di sviluppo in interazione con il territorio
b)      un gruppo di  sperimentazione, costituito da persone del territorio interessate a contribuire fattivamente alla costruzione del nuovo e alla generazione dello sviluppo
c)       delle azioni da definire e realizzare con il gruppo di sperimentazione e momenti di ri-orientamento in base ai risultati.


Nelle continue connessioni previste dai progetti grazie all’azione trasversale , i progetti di cooperazione propongono una governance multi-attore e multi-livello, come richiesto dalla UE per il nuovo ciclo di programmazione 2014/2020  che, nella fattispecie dei presenti tre progetti di cooperazione , Dieta Mediterranea, ORI.MED,  Scale-Up, viene attivato da un Partenariato Pubblico-Privato, Istituzionale ed Economico-sociale, coeso, transnazionale e che ha maturato il necessario livello di capacitazione locale.

 

Il ruolo dei GAL

I GAL, pur non essendo organismi pubblici, svolgono una funzione pubblica di dimensione sovra comunale che può assolvere ad un ruolo di fondamentale importanza quale punto di incontro e legittimazione reciproca delle diverse componenti del sistema locale e di costruzione di relazioni di fiducia.


Le interdipendenze e relazioni cooperative presenti all'interno del sistema, se finalizzate (“governance territoriale”), rappresentano un fattore moltiplicativo del valore aggiunto e degli aspetti positivi; amplificano enormemente gli aspetti negativi se, al contrario, sono subite.


La realizzazione dei progetti di cooperazione, anche grazie all’azione trasversale, condotta con l’approccio promosso dal CNR-IRCRES, consente di sperimentare azioni di governance attraverso la realizzazione delle attività progettuali, accrescendo, contestualmente, competenze specifiche che rimarranno patrimonio del territorio.